RSS

Archivio mensile:novembre 2012

Mons Gibel

Trema questa terra freme nel giallo
della ginestra che non si arrende
al vento e a un’acqua che troppo spesso
congela nelle vene.
Qui, (mentre mi ostino in alto)
come cespuglio resistente
mi trafigge il soffio
del fuoco che non sa diventare rogo
e una voce che urla, mi trafigge
la sua grammatica senza futuro.

 
12 commenti

Pubblicato da su novembre 28, 2012 in Uncategorized

 

L’ignoranza dell’erba

Sogno dell’erba l’anima ignorante

che non sospetta il taglio delle lame

lo slancio della goccia che sconosce

il corso irreversibile del fiume,

l’ostinazione, l’opera del ragno

che senza posa con fiducia tesse

un filo lungo più della giornata,

l’esaltazione ruberei ai grilli

di quel concerto inutile e stonato

che nella sera s’alza e non si tace.

 -Pare un lamento o forse una preghiera-

Vorrei una ragione che mi sveli

un cielo di cristallo sopra il monte,

e un lampo a tramortire di stupore.

 
14 commenti

Pubblicato da su novembre 23, 2012 in Uncategorized

 

Germoglieremo

Tra cielo e mare la forza della terra

si veste di colori, esplode

indossa nuovi abiti

degrada e tutte le nostre polveri

faranno terra fertile

affinché il tempo che transita i corpi

non ne sopprima il senso

germoglieremo in un lirico turnover

le nostre mani diventeranno rami

e posidonie saranno i fili dei capelli.

 
12 commenti

Pubblicato da su novembre 16, 2012 in Uncategorized

 

Letargico slow

Quest’inverno

ho in custodia le siepi

ho le chiavi del sonno dei ragni

poca aria che mi respira in gola.

Nella rimessa delle dimenticate voglie

dormono le tele, le vele,

i tuoi occhi, le leve del mondo.

 
4 commenti

Pubblicato da su novembre 9, 2012 in Uncategorized