RSS

Il candore che scioglie l’amaro

09 Feb

Da sempre l’inverno è saputo

 amara profezia d’almanacco

ma sulle colline di Akragas

gennaio ha il bianco impudente

dei mandorli avversi al maestrale

e al gelo che brucia negli occhi

                           risponde che è meglio pensare                        

al vero traguardo di questo orizzonte

al solo che vale

alla spiga che buca la crosta del monte

alla culla del mare

al miraggio attraente delle fate sirene.




 
11 commenti

Pubblicato da su febbraio 9, 2012 in Uncategorized

 

11 risposte a “Il candore che scioglie l’amaro

  1. massimobotturi

    febbraio 9, 2012 at 6:41 PM

    ha la forza di un filo d’erba che si fa largo tra le pietre

     
  2. divinaf0llia

    febbraio 9, 2012 at 7:17 PM

    Mi hai riportata sulla collina di Selinunte, dove non sai se domina il vento o il mare.

     
  3. Fausto marchetti

    febbraio 12, 2012 at 1:59 PM

    una vela al sole

     
  4. danis

    febbraio 13, 2012 at 10:05 PM

    Quanta speranza nel gelo che cederà spazio al sole. Ti abbraccio.

     
  5. theallamente

    febbraio 22, 2012 at 10:19 am

    un inverno che è già promessa di primavera, un bianco filo d’arianna conduce attraverso le stagioni che profumano d’esotici aromi per chi – qui – sa solo di bianco-nebbia

     
  6. matelotme

    marzo 21, 2012 at 10:10 PM

    forse,
    del gelo
    si beano di Sardegna
    le dee,
    sfuggite ne’ secoli
    a’ sbarchi fenici
    e poi romani,
    nella terra vivendo
    per scomodi soppiatti..
    regine d’acqua fluenti
    in case di giganti
    e
    loro miti
    attendono ritorni de’
    sardi antichi, e loro
    vite snelle,
    ..ballanti loro nella notte,
    in loro antico nome..
    quando furon,
    danzator di stelle..

     
  7. matelotme

    marzo 21, 2012 at 10:21 PM

    valle de’ templi
    mi fa brusio
    tra di colonne vento,
    Mat, soffonde
    quello di concordia..
    vuoi guerra scatenare
    tra isole e lor stretti?
    gote scoloro,
    ma amore e’ tanto
    che confonde
    trinacria con icnusa,
    amate entrambe
    ed a cui
    fò,
    amoro…

     
    • tempodiverso

      marzo 23, 2012 at 1:52 PM

      non può esserci guerra, sono entrambe terre magnifiche ed hanno anche tante cose in comune!
      ciao mat 🙂

       
  8. malosmannaja

    marzo 22, 2012 at 8:12 PM

    che belli quei “mandorli avversi”…

     
  9. confessiogoliae

    aprile 14, 2012 at 2:17 PM

    è al candore che dobbiamo affidarci…raro ma possibile….
    bellissimi, i tuoi versi…

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: